Robo Army

MVS Release: 30/10/1991 – Developer: SNK – Publisher: SNK – Meg count: 45 – Genre: Beat ’em up 

Robo Army

Ecco, ci risiamo, è successo di nuovo!
E poi finisce che tutto cade sulle nostre povere teste…
La cara SNK ci sta prendendo gusto e qualcosa ci dice che non sarà nemmeno l’ultimo…
Ora vi starete chiedendo: “Che cosa diavolo è successo?”

Tutto a inizio da...

Oh, niente di così insolito: nella futuristica Neo-Detroit, uno scienziato completamente pazzo ha di nuovo fottuto il pianeta con la sua valigetta del perfetto piccolo chimico.
Jeed, questo è il suo nome, scienziato pazzo di professione, ha deciso di trasformare tutto ciò che si muove in robot, al fine di diventare il supremo padrone del mondo, aiutato da un esercito di cyborg!
E noi, all’improvviso, ci troviamo di nuovo in una Terra post-apocalittica devastata.
Jeed ha rapito due ufficiali di polizia, Maxima e Rocky, trasformandoli in cyborg, ma ha fallito nel tentativo di impiantargli un chip che li avrebbe resi suoi schiavi.
Maxima e Rocky riescono infine a fuggire dalle grinfie del diabolico scienziato e decidono di ribellarsi.
Jeed allora mette le sue armate contro i due cyber-poliziotti, ma i nostri due eroi daranno a tutti del filo da torcere…
Giocabile in due contemporaneamente, Robo Army è un metallico Beat ‘em up con una deliziosa atmosfera “cyborg”.

Robo Army

Atmosfera opprimente

A parte la bella atmosfera, ciò che ricorderete con più piacere dopo un paio di ore di gioco è la sua colonna sonora: è come se stessimo ancora guardando “Terminator”!
Clangore di metallo su metallo, sbarre di ferro, meccanismi, reattori, esplosioni, voci robotiche… un vero e proprio spettacolo “hi-tech”.
Lo stile futuristico, unito al mix di melodie electro-rock, aderiscono all’azione su schermo come un guanto. 
L’atmosfera è opprimente, come se fossimo davvero nel XXI° secolo (ah, ma siamo già nel XXI° secolo, merda).
Si può scegliere di giocare come Rocky o Maxima, a seconda di quale player avete scelto.
Sono loro i responsabili della pulizia del mondo, del cattivo Jeed e del suo micidiale esercito robotico.

Robo Army

Livelli

E come si può intuire, la missione non sarà facile.
Robo Army è composto da sei livelli che si dispiegano con una difficoltà progressiva: se i primi due sono abbastanza facili, a partire dal terzo stage il gioco si trasforma in una vera e propria punizione!
Dovremo fare buon uso dei nostri pugni metallici, ma anche delle nostre pedate, delle bombe e dei missili!
Raccogliere tutto ciò che può essere utilizzato, come le armi, può rivelarsi molto utile, senza tralasciare alcuni chip bonus che troveremo sulla nostra strada.

Caratteristiche

Il gioco mette a disposizione tre dei quattro tasti del Neo Geo; A è usato per i pugni, B per saltare e c’è il tasto dei calci. 
Inoltre, con l’utilizzo di appositi ‘power-up’, i nostri due eroi possono anche trasformarsi in futuristiche autovetture e distruggere i nemici investendoli.
Sì, davvero molto gratificante. 
Con questa impressionante difficoltà, anche se il gioco è piuttosto breve, Robo Army risulta essere una sfida dura e cattiva.
Non sarà certo una passeggiata nel parco, statene certi.
Detto questo, alcuni giocatori potrebbero però annoiarsi rapidamente: la gamma di attacchi è infatti un po’ limitata, e se il gioco è divertente con la sua atmosfera “cyber-tecnologica”, le missioni sono alquanto ripetitive.
Il gioco cooperativo è lì per moltiplicare il divertimento… spaccare teste robotiche in due players è sempre un piacere!
La realizzazione, per un gioco del 1991, è buona.
Oltre all’eccellente colonna sonora, l’animazione è fluida e funzionale.

Robo Army

Progettisti incapaci? o semplice pigrizia?

La grafica non è male, anche se abbastanza ripetitiva e spesso carente di profondità.
Inoltre, i progettisti hanno scelto di utilizzare una banda nera sulla quale piazzare le informazioni dei giocatori… banda nera che, tra l’altro, si mangia una parte dello schermo.
Ok se fossimo su un Super Nintendo o un Sega Mega Drive, ma per un Neo Geo, con tutta la sua potenza, ci chiediamo il perché di questa scelta.
Sono stati incapaci i progettisti?
Oppure si è trattata di semplice pigrizia?
Ecco, la seconda ipotesi è quella più probabile.
A un “casual gamer” tutto ciò potrebbe anche star bene, ma chi è più esigente, e pretende un qualcosa di più dal Neo Geo, rimarrà perplesso da questo titolo.
Ci chiediamo come mai un team talentuoso dotato di grandi capacità, ci rifili dei Beat ’em up medi, che mancano sempre di qualcosa, di quella marcia in più che potrebbe fare davvero la differenza: Sengoku dura a lungo ma è troppo rigido, Burning Fight è ripetitivo e non eccelle sotto l’aspetto ludico, Ninja Combat è troppo limitato…

Robo Army

Gioco decente

Comunque non sputiamo su Robo Army: il gioco offre una bella atmosfera ed è un’occasione per trascorrere qualche ora di divertimento.
Ma è comunque un peccato, perchè avrebbe meritato di più.
Robo Army è troppo semplicistico e corto, con una menzione per la grafica che è appena passabile.
Tutto però troppo limitato per dargli il giusto successo, soprattutto per un gioco in esecuzione su Neo Geo.
Qui abbiamo niente di più che un gioco decente, ideale per menare le mani a volontà senza pensare troppo.

Robo Army

Pillole di curiosità

Un sequel di Robot Army era in cantiere con il titolo sperimentale di Robo Army II, ma il progetto venne infine abbandonato.
Inoltre, durante la pianificazione di The King of Fighters i programmatori presupposero la creazione di un “Robo Army Team”. Per ragioni sconosciute, però, questa idea venne
abbandonata.
Rocky, tuttavia, venne inserito come tributo in The King of Fighters 2000: tale personaggio appare infatti nel gioco come “Another Striker” di Maxima.
Attenzione però a non fare confusione: il Maxima di The King of Fighters non ha nulla a che fare con il Maxima di Robo Army…

Per non perdervi nessuna novità, fate un salto su forum.

Lascia un commento

Ultime dal forum..

Ultimi messaggi

Facebook..