Magician Lord

MVS Release: 26/04/1990 – Developer: ADK – Publisher: SNK – Meg count: 42 – Genre: Action / Platform 

Magician Lord è uno dei pochi ‘Platform’ games rilasciati sul venerabile Neo Geo, macchina arcade in cui dominano sovrani i giochi duri e puri di combattimento.

MAGICIAN LORD

Dall'uscita ad oggi

All’epoca della sua uscita ho avuto il privilegio di far parte di quei fortunati che ebbero la possibilità di giocare a questo incredibile titolo, e ancora oggi, la sola semplice menzione di questa produzione Alpha Denshi (azienda che sul finire del 1993 cambierà il proprio marchio in ADK), mi dona brividi lungo la schiena.
Primo titolo sul genere ‘Action-Platform’ ad apparire sul sistema, Magician Lord rimane ancora oggi uno dei migliori esponenti del genere disponibili per la macchina di SNK.

Quando uscì, sia le riviste di settore, sia i videogiocatori, rimasero tutti stupiti dalla maestria tecnica del titolo…
Peccato che, una volta provato, il gameplay abbia rovinato in parte così tanta bellezza.

Qualche pecca...

Come infatti vedremo all’interno della recensione, Magician Lord presenta alcuni difetti minori, che tuttavia, l’aura magica che ancora oggi circonda il mago Elta, riesce a nascondere abilmente.
Il primo difetto che viene subito all’occhio è l’animazione del personaggio principale: Elta, appunto. Nonostante una certa fluidità nell’esecuzione delle mosse e una buona velocità, il suo modo scattoso di camminare rende gli spostamenti poco precisi.

Ok, sul momento questo particolare non ha sconvolto nessuno, però è un peccato, perché per sopperire a tale imperfezione sarebbe bastato solo un po’ più di attenzione e perizia da parte dei programmatori.

Un altro famoso “difetto” di Magician Lord è la sua elevata difficoltà.
Una difficoltà mostruosa!
Infatti, le sezioni di salto sulle piattaforme richiedono una notevole precisione… e ancora non ho parlato dell’aggressività e della tenacia dei nemici!

Lo avrete ormai capito: vi aspettano ore di gioco davvero dure, molto dure!

Se siete disposti a venire a patti con questi punti negativi, che comunque non scalfiscono più di tanto il valore del gioco, vi troverete a vivere un’avventura semplicemente fantastica.

Grafica e animazione

La grafica è ottima per un gioco datato 1990, con sfondi coloratissimi e molto belli, veri monumenti della “Pixel-Art”.

Fin dalla prima fase, il giocatore viene trasportato nell’universo fantasmagorico di Elta: arriveremo in zone lontane di un mondo fantastico, popolato da esseri improbabili e creature demoniache…

Se i vari livelli sono bellissimi, i nemici non sono certo da meno: multiforma, ben animati, che aiutano a sprofondare nel sogno magico di questo gioco.
Anche su schermate molto affollate, l’azione non rallenta mai, e questo è senz’altro un grande risultato.
In questo quadro roseo e fatato non mancano i temi musicali, diabolicamente ben orchestrati e con alcune melodie davvero epiche che contribuiscono pesantemente all’atmosfera generale del gioco.

Sicuramente di qualità, ma di limitata quantità, in quanto questi temi sono pochi: cinque pezzi lunghi per otto livelli, oltre a musiche specifiche per i ‘mid-boss’ e per i boss di fine livello. Gli effetti sonori di qualità ci allietano con una vasta gamma di esplosioni, impatti, porte cigolanti, voci…

Le forme guerriero e i nemici

Anche senza essere complesso, il gameplay è vario, in quanto è possibile assumere sei differenti “forme guerriero”, in base alle combinazioni di sfere elementali che si possono raccogliere nel corso dell’avventura.
Elta potrà infatti assumere la forma di “Dragon Warrior”, “Waterman”, “Poseidon”, “Shinobi”, “Samurai” e “Raijin”.

Inoltre i ‘power-up’ aumentano la forza dei colpi… ma ovviamente dovrete sudare per averli, dato che sono nascosti per i vari livelli. Fate però attenzione, perché il minimo colpo vi farà perdere questo bonus… E dopo saranno guai seri!

Vi ho avvisati, Magician Lord non mostrerà nessuna pietà.

Bisognerà affrontare otto livelli disseminati di insidie; alla fine di ciascuno sarete attesi da un ‘mid-boss’, quindi, una volta sconfitto, bisognerà affrontare quello reale.
Questi esseri sono a volte enormi, a volte piccoli e agili, e richiedono tecnica e destrezza per essere abbattuti.
Tuttavia, ognuno di loro ha il suo punto debole, e il divertimento sta nel trovarlo.

Se siete fan di Super Mario Bros o Sonic the Hedgehog, non aspettatevi qualcosa di simile con Magician Lord. Qui abbiamo a che fare con un ‘Action-Platform’ game per giocatori esperti, e gli ‘hardcore gamers’ troveranno davvero pane per i loro denti.

 

“Casual gamers” e principianti, accettate questo buon consiglio: andate per la vostra strada, non provate neanche a guardare Magician Lord.
I più malediranno – ne sono sicuro – la scarsa programmazione, i vari problemi di collisione, un gameplay mal progettato, ecc…
Ma gli appassionati di arcade, i veri videogiocatori, sanno qual’è la verità: Magician Lord deve essere giocato come un Ghosts ’n Goblins o un Ghouls ‘n Ghosts… Per progredire dovrete sudare, imparare, affinare la vostra sincronizzazione ed eseguire salti millimetrici.

Alpha Denshi, partner storica di SNK e qui alla sua prima prova su Neo Geo, crea un gioco ormai diventato un classico arcade, che ha superato la prova del tempo con una notevole eleganza e che si è meritatamente guadagnato un posto d’onore nella storia degli ‘Action-Platform’ games.

Per altre news date un’occhiata al forum 

Lascia un commento

Ultime dal forum..

Ultimi messaggi

Facebook..