Inca

Cocktel Vision – 1993 – Philips CDI

Inca

Inca è un curioso titolo realizzato da Cocktel Vision su pc nel 1992 e poi convertito sulla macchina Philips l’anno successivo.

Alla scoperta della cultura Inca

Il gioco è molto ambizioso e, pur essendo di fondo un’avventura, alterna in modo decisamente riuscito sequenze di combattimento spaziale e sezioni labirintiche, dove oltre a risolvere puzzle dovremo sparare ai nemici che ci sbarreranno la strada.

Il setting del titolo è uno dei più particolari in cui mi sia mai imbattuto: immaginate il popolo Inca, soggiogato dai conquistadores e proiettate il tutto in un’ambientazione a metà tra fantascienza e fantasy. 

Nell’incipit della storia il grande saggio Huayna Capac, cosciente della caduta del suo popolo sotto il giogo dei conquistadores, decide di lasciare le sue spoglie materiali e diventare un artefatto che vagherà nello spazio, finché non giungerà El Dorado, il salvatore del popolo Inca.
Tutto questo accade nel 1525 e, cinque secoli dopo, un uomo col volto coperto da una maschera d’oro si risveglia all’interno di un tempio. L’eletto è arrivato ed il grande saggio ci prepara alla sfida: dovremo recuperare tre misteriose gemme, che saranno fondamentali per sconfiggere i malvagi conquistadores (capitanati da Aguirre, la nostra nemesi) e rendere di nuovo libero il nostro popolo.
Grazie ad una piccola enciclopedia (che possiamo consultare nel menù principale) molti dei termini legati alla cultura Inca sono spiegati dettagliatamente, in modo da aiutare la comprensione di alcuni passaggi.

Troppi pixel

Graficamente il titolo è ben realizzato ma soffre il paragone con giochi contemporanei come Kether. Le sezioni di avventura ed i combattimenti spaziali sono rimasti molto simili alla versione pc ma le parti nei labirinti e nei canyon sono graficamente più pixellose ed a schermo ridotto. Anche i filmati sono più scattosi e possiamo dire che il gioco avrebbe beneficiato del supporto della DVC.
Per fortuna quello che ancora oggi colpisce è lo stile grafico, davvero inusuale ed accattivante.

A livello audio troviamo una notevole colonna sonora composta da quattordici tracce eseguite con strumenti fedeli al popolo Inca, che potremo anche ascoltare dal menù principale del gioco.
A tutto questo aggiungiamo degli effetti sonori di pregevole qualità ed un buon doppiaggio.

Inca cdi

Identità mista

Inca è un titolo che nasce per essere giocato col gamepad, anche se in alcune fasi torna comodo anche il mouse. C’è da notare però una non perfetta reattività dei controlli, che spesso daranno qualche fastidio di troppo nelle sezioni più movimentate.
Inca è una curiosa commistione di generi ma ha una sua identità e risulta molto più interessante di quanto ci si aspetterebbe. Le varie fasi funzionano bene e rendono il gioco piuttosto vario. Anche la durata del titolo è più che accettabile e potremo utilizzare un sistema di password per ripartire dopo ogni capitolo.

Inca

In definitiva possiamo dire che Inca è un curioso esperimento e che, nonostante alcuni limiti, può rivelarsi un ottimo acquisto per gli avventurieri del CD-I.

 

Note:
Il gioco è uscito su CD-I e pc, mentre il seguito solo su pc. Non richiede la scheda d’espansione

Per altre info, date un’occhiata al forum 

Lascia un commento

Ultime dal forum..

Ultimi messaggi

Facebook..