Retro-Gamers, il forum del retrogaming! Partecipa al nostro forum e se hai qualche idea da proporre, contattami qui! >>>Ci trovi anche su Tapatalk!<<< Per i nuovi utenti, vi ricordo che prima di poter scrivere sul forum dovrete presentarvi qui.

Retro Gaming: reale o leggenda urbana?

L'area dedicata ai messaggi in libertà
Avatar utente
Seiya
Expert Gamer
Expert Gamer
Messaggi: 572
Iscritto il: 22/04/2020, 14:36

Retro Gaming: reale o leggenda urbana?

Messaggio da Seiya »

Devo dire che leggendo i commenti, leggendo forum e social network la sensazione che il "Retro Gaming" è una leggenda per la maggior parte di chi credo di farlo. Solo in pochi forse lo fanno davvero, ma la maggior parte usa questo termine per giustificare delle scelte oggi del tutto senza senso e che annullano di fatto il concetto del Retro Gaming.

Se ci fate caso la maggior parte della gente parla solo di "hardware recente", di "nuovi sviluppi hardware", "nuove espansioni", ecc. Ma ora mi chiedo se parlare di "nuovo" è retro o attuale?
Perchè si parla di hardware e giochi recenti tra il 2020 e il 2022 in relazione al "Retro" gaming? Uno esclude l'altro a casa mia. Se faccio retro gaming non uso giochi del 2022.

E' vero che con l'hardware moderno si può giocare a titoli del 1980, ma non possibile usare hardware moderno per giocare a titoli usciti una settimana fa per una piattaforma morta 20 anni fa e parlare di retro gaming.

La gente vuole hardware revisionato e aggiornato al passo con il tempi e fare retro gaming con titoli usciti un mese fa! E' assurdo associare il retro gaming a queste cose.
Oppure ci sono quelli che usano il vecchio computer in casa, ma per giocare a titoli usciti da pochi giorni. Riviste cartacee, commerciali, in abbonamento che ruotano intorno al retro gaming, ma recensendo giochi e hardware attuali.

Quando o se uscirà il nuovo Monkey Island (il fatto che Ron Gilber abbia chiuso il suo blog in questi giorni fa pensare male) sarà associato al Retro Gaming solo per il nome. La gente penserà di fare retro gaming con un titolo in DX12, Vulkan, OpenGL 4 e che userà le ultime tecnologie hardware. Non mi stupirei nemmeno se richiedesse una GPU da 8 GB o un processre d 11ma generazione. E per molti sarà come fare Retrogaming.

Davvero il retro gaming è reale oppure è solo per giustificare l'esistenza di progetti, di produzione hardware e software? Fare business su un concetto che dovrebbe riportare in auge i capolavori del passato?
Ci sono giochi, ma non solo quelli, che sono completamente sconosciuti e nessuno ne conosce l'esistenza e rimarranno tali perchè il retro gaming oggi è l'hardware e il software del 2022 associato a piattaforme del passato, ma che con il Retro hanno in comune solo il nome.
Avatar utente
Guybrush
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 345
Iscritto il: 19/04/2020, 21:39
Località: Campomorone (GE)

Re: Retro Gaming: reale o leggenda urbana?

Messaggio da Guybrush »

Ormai il retrogaming duro e puro non esiste più. I vecchi computer e le vecchie console sono sempre più dotate di hardware moderno, vuoi delle espansioni, degli hard disk con Compact Flash, cartucce dove caricare più rom, joypad wireless e chi più ne ha più ne metta.. Questo perché tante cose sono difficili da reperire se non a prezzi proibitivi, oppure nel caso dei computer è sempre più alto il rischio che i vecchi supporti risultino illeggibili dai vecchi drive. E capisco anche chi gioca i titoli sviluppati di recente, spesso dimostrano cosa poteva essere fatto se solo ci fossero stati sviluppatori più dotati, questo soprattutto su Amiga che non nelle console giapponesi che godevano di team di sviluppo di tutto rispetto. Quindi, vuoi per convenienza o per comodità, il retrogaming è e sarà sempre più inflazionato di periferiche e software moderno dal sapore.. retrò!
Avatar utente
Seiya
Expert Gamer
Expert Gamer
Messaggi: 572
Iscritto il: 22/04/2020, 14:36

Re: Retro Gaming: reale o leggenda urbana?

Messaggio da Seiya »

certo, ma non puoi fare retro gaming con un titolo del 2022 solo perchè è per C64 o per Amiga
Avatar utente
amig4be
Gamer
Gamer
Messaggi: 157
Iscritto il: 27/06/2020, 19:39

Re: Retro Gaming: reale o leggenda urbana?

Messaggio da amig4be »

Sicuramente Retro Gaming significa giocare a giochi di due o tre decenni fa indipendentemente dal modo in cui lo si fa (emulazione, macchine originali, macchine originali ritoccate con hw nuovo, etc). Un gioco moderno per C=64, frutto di una conoscenza ormai quarantennale dell'hardware, sviluppato col senno di poi e le conoscenze attuali, con idee che all'epoca non esistevano (prendete il porting di Limbo, anche se probabilmente non verrà mai completato) e per di più realizzato con il software di sviluppo per moderni PC, non è retrogaming anche se gira su un C=64 liscio del 1982. Equivale piuttosto a un gioco per PC con stile grafico retrò, ma con un plauso in più per il supporto a una macchina del passato molto amata.

Avatar utente
Dagda
Gamer
Gamer
Messaggi: 58
Iscritto il: 13/05/2022, 16:48
Località: Walhalla Awaits

Re: Retro Gaming: reale o leggenda urbana?

Messaggio da Dagda »

Guybrush ha scritto: 25/04/2022, 22:17 Ormai il retrogaming duro e puro non esiste più. I vecchi computer e le vecchie console sono sempre più dotate di hardware moderno, vuoi delle espansioni, degli hard disk con Compact Flash, cartucce dove caricare più rom, joypad wireless e chi più ne ha più ne metta.. Questo perché tante cose sono difficili da reperire se non a prezzi proibitivi, oppure nel caso dei computer è sempre più alto il rischio che i vecchi supporti risultino illeggibili dai vecchi drive. E capisco anche chi gioca i titoli sviluppati di recente, spesso dimostrano cosa poteva essere fatto se solo ci fossero stati sviluppatori più dotati, questo soprattutto su Amiga che non nelle console giapponesi che godevano di team di sviluppo di tutto rispetto. Quindi, vuoi per convenienza o per comodità, il retrogaming è e sarà sempre più inflazionato di periferiche e software moderno dal sapore.. retrò!
il retrogaming adesso- è come trovare un portale per far tornare (=????) Gozer sulla terra e adorarlo come facevano i sumeri. :angry-banghead:
assurdo, dimenticato, costoso, e parecchio..kitsch. sia chiaro che adoro il retrogaming ed il collezionismo. ma l'Italia non ne è luogo, francia, germania e francia ci hanno surclassato e lo tengono in vita, per i krukki è una religione...qua sta sparendo un pò alla volta. pochi lo tengono in vita.
le nuove generazioni lo schifano..male che vada c'è il mame..se proprio proprio..oppure ciccia :angry-banghead:
Immagine