Enclave

Starbreeze Studios – 2002

Enclave

L'uscita

Enclave è il primo gioco realizzato dalla Starbreeze Studios (Knights of the Temple, i due Riddick, The Darkness, Syndicate e Brothers: a Tale of two Sons).
Uscito in America ed Europa nel 2002 e arrivato l’anno successivo anche su PC.
Ne era inizialmente prevista anche una versione successiva per Gamecube, che è stata poi cancellata (salvo poi spuntare fuori su Wii, un decennio più tardi, col nome Enclave: Shadows of Twilight).
Inizialmente previsto per il 2000 su PC come uno sparatutto in prima persona a tema fantasy-steampunk, pensato per il multiplayer (sulla scia di Quake 3 ed Unreal Tournament), ad un certo punto subisce un totale re-design e diventa un hack and slash in terza persona a tema dark fantasy.

Enclave

Il regno di Celenheim

La storia ha inizio mille anni prima del gioco, quando le armate dei Dreg’Atar, sotto il controllo del demone Vatar, stanno per distruggere il regno di Celenheim. L’arcimago Zale decide allora di creare un’enorme frattura nel terreno, che possa separare il regno in pericolo dalle armate del demone. L’incantesimo riesce e Celenheim è salva.
Mille anni dopo però la frattura inizia a rinsaldare ed i Dreg’Atar si preparano di nuovo all’invasione. 
All’inizio della partita potremo scegliere a quale fazione dare il nostro supporto (quindi luce per Celenheim o oscurità per i Dreg’Atar) e da lì la trama ovviamente cambierà a seconda del nostro allineamento. Potremo quindi combattere per la regina di Celenheim e sconfiggere Vatar, oppure ucciderla e conquistare il regno, per la gloria del demone.

Enclave

Un'oscura grafica

Graficamente Enclave è un titolo di ottima fattura, considerando soprattutto che è un gioco uscito nel primo anno di vita della console. L’ambientazione cupa ed oscura, con i colori virati su tonalità marroni, di base non farebbe molto effetto ma le ambientazioni sono generalmente molto ispirate e piene di dettagli. Sembra effettivamente di trovarsi in locazioni e non semplici livelli da attraversare.

Gli effetti di armi ed incantesimi sono di buona fattura ed il motore fisico che muove crolli ed esplosioni varie è assolutamente convincente e coreografico. Non potremo interagire più di tanto con l’ambiente, ed alcuni modelli poligonali non fanno proprio una grandissima figura, ma anche in quel caso il character design compensa abbastanza le mancanze.

A livello audio troviamo una colonna sonora interessante e abbastanza d’impatto, unita a degli effetti discretamente realizzati. Il doppiaggio è generalmente molto buono, con alcune punte d’eccellenza.

Enclave

Sfide

Enclave è, come detto in precedenza, un hack and slash in terza persona.
All’inizio del gioco potremo scegliere un solo personaggio, ma durante i livelli ne troveremo altri (alcuni vanno proprio salvati) che si uniranno alla nostra causa e che poi potremo scegliere dalla missione successiva.
Ogni personaggio rappresenta una classe precisa: cacciatrice, mago, druido, ingegnere e così via.
Dovremo farci strada all’interno dei livelli ed avremo obiettivi precisi per terminare con successo la missione, come trovare oggetti o attivare meccanismi.
I nemici ci aspetteranno numerosi e molto agguerriti e dovremo spesso attaccare e ritirarci con la tattica del mordi e fuggi. 

La difficoltà del gioco è abbastanza alta; gli avversari subiscono danni diversi a seconda della zona dove vengono colpiti (la testa ovviamente è quello più vulnerabile), ma questo vale anche per il nostro personaggio. Spesso un arciere ben piazzato, se non stiamo attenti, può colpirci ed ucciderci con una singola freccia.
Meglio quindi avanzare cautamente con lo scudo, in modo da studiare bene la situazione, prima di lanciarsi nella mischia come Duke Nukem urlando: “Come Get Some”, con conseguente morte immediata e lancio del pad annesso.
Nei livelli non sono previsti checkpoint, quindi se moriremo vicino alla fine, dovremo comunque rifare tutto da capo.
Gli stage non sono di media molto lunghi, ma la cosa alla lunga risulta frustrante, tanto che nella versione PC, uscita l’anno successivo, sono stati aggiunti i checkpoint.

Durante i livelli troveremo oro e tesori vari, che poi dovremo usare per acquistare pozioni, armature e armi più potenti. Questo rende l’esplorazione dei livelli necessaria, se si vuol proseguire con successo nel gioco. Buona parte dei livelli saranno condivisi dalle due fazioni, ma ce ne sono alcuni che saranno riservati ad una delle due, rendendo l’esperienza comunque varia anche dopo aver completato una delle due campagne.

Enclave

Il gioco è piuttosto lungo ed intricato ed è pieno di segreti e missioni secondarie da trovare, perciò se l’ambientazione e la storia vi catturano ci passerete un bel po’ di tempo sopra.

Enclave non è un titolo conosciutissimo, ma per gli appassionati del genere e per chi adora le sfide è senza dubbio molto consigliato.

Per restare aggiornati, seguite la pagina forum 

Lascia un commento

Ultime dal forum..

Ultimi messaggi

Facebook..