Dark Chambers

Atari 7800 – 1988 – Genre: Dungeon crawling

Dark Chambers

Sia benedetto il dungeon crawling, genere delizia per tutti gli appassionati di giochi di ruolo prima era (con dungeons & dragons in testa). In un inseguirsi di primi posti, Dark Chambers rappresenta l’evoluzione di Dandy, arrivato quest’ultimo prima del ben più famoso Gauntlet a cui invece DC inizialmente parrebbe clone.

Missione

Il nostro protagonista è equipaggiato con armi da tiro capaci di eliminare i nemici prima che si avvicinino troppo ed il suo scopo sarà quello di farsi strada attraverso 26 livelli per terminare completamente l’esperienza di gioco.
Lungo il
percorso eccoci a recuperare armi migliori e protezioni più performanti nella ricerca spasmodica della scala capace di farci accedere al successivo livello.
I nemici vengono
generati da appositi “totem” che dovremo distruggere per evitare il loop infinito e man mano che cresceremo di livello diverranno sempre più ostici ma pronti a trasformarsi in versioni più deboli ad ogni colpo ricevuto.

Dark Chambers

Problemi tecnici

A livello di trama sto espediente non ha alcun senso ma in effetti vedremo fantasmi trasformarsi in scheletri una volta colpiti e più avanti maghi trasformarsi in fantasmi eccetera eccetera. Il gioco appare purtroppo da subito parecchio ripetitivo ed a salvarlo c’è principalmente la modalità a due giocatori che permette di generare una certa verve all’interno dell’esperienza di gioco, altrimenti ridotta allo schiacciare furiosamente il tasto sparo al momento giusto (il secondo tasto è dedicato all’uso d’una sorta di smart bomb capace di “pulire lo schermo”) e memorizzare il percorso fatto in cerca dell’uscita.
In single lo consiglierei solo agli appassionati sfegatati del genere, mentre
in due diventa una piacevole diversione sempre interessante.

Dark Chambers

CDC

Non ho mai amato Gauntlet e i dungeon crawling insensati. Perchè dover attraversare volontariamente dei labirinti pieni di nemici con il solo scopo di uscirne vivi?
Così?
Per
sport?
Tuttavia se amate il genere la realizzazione tecnica e il gameplay tutto sommato
corretto possono fare di questo Dark Chambers, un titolo da prendere in considerazione.
Ovviamente se giocato in doppio l’esperienza cambia di molto e anche un gioco senza senso può diventare divertente…in fondo, se fatte in compagnia, le cose sono sempre più divertenti!

Per non perdervi nessuna novità, date un’occhiata al forum.

Lascia un commento

Ultime dal forum..

Ultimi messaggi

Facebook..