Choplifter

Atari 7800  – 1987 – Genre: Arcade

Choplifter

Ad un certo punto l’utente medio di videogiochi iniziò a stancarsi di titoli troppo basilari alla “avanza e spara” quindi di rimando le software house cominciarono a produrre titoli che pur mantenendo delle dinamiche serrate ed arcade, presentassero un gameplay più variegato.
Choplifter si attesta proprio in quest’ottica evolutiva dell’idea arcade di videogaming.

Il dovere chiama

Il nostro compito, a comando di un elicottero da guerra, sarà quello di attraversare le linee nemiche e distruggere le sue basi per liberare gli ostaggi. 
Atterrare quindi a terra per farli salire a bordo ed infine tornare alla nostra base per farli scendere e renderli a tutti gli effetti “salvi”. 

La cosa non sarà affatto facile poiché oltre la linea del fronte il nemico si preoccuperà sia di
abbatterci che di eliminare gli ostaggi stessi una volta liberati. 
Carri armati, aerei e persino “droni mina” cercheranno in ogni modo di impedire la riuscita della nostra missione e starà a noi darci da fare per la salvezza dei sessantaquattro ostaggi (divisi equamente in quattro basi nemiche).

Choplifter

Modalità e ambientazione

Nessuna modalità multiplayer ed una difficoltà mediamente alta per chiunque volesse terminare lo stage con il maggior numero di ostaggi recuperati possibili. 
Come se non bastasse il gioco ha anche un approccio di trama e vista l’ambientazione in cui giocheremo diciamo che il (tristemente) sempreverde terrorismo islamico la farà da padrone.

Choplifter

Cosa ne penso? Un gran bel giochino, divertente e vario nelle sue dinamiche piuttosto concitate. 
Non ci sarà un attimo da perdere se vorremo salvare quanta più gente possibile ed anche il più piccolo contrattempo ci porterà a sacrificare vite umane. 
Per chi vuole quel qualcosa in più pur rimanendo in un ottica squisitamente arcade.

CDC

Uno dei migliori titoli per 7800 e per Atari tutta. Scoperto da ragazzino su XEGS è uno di quei titoli “droga”: riuscire a salvare tutti gli ostaggi evitando gli attacchi dall’alto e dal basso dei nemici non è affatto facile! Infatti riuscire a distruggere le baracche, atterrare, caricare gli ostaggi, riportarli indietro, il tutto sotto il fuoco nemico be’: richiede sangue freddo, riflessi e una ottima coordinazione occhio/mano.
Mediamente difficile è un gioco che necessita di
essere appreso e gustato a lungo, molto a lungo!

Per non perdervi nessun aggiornamento, fate un salto su forum.

Lascia un commento

Ultime dal forum..

Ultimi messaggi

Facebook..