Centipede

Atari 7800 – 1986 – Genre: Arcade

Centipede

Siamo di fronte a sua maestà ma potremmo non saperlo. 
Chiunque abbia vissuto l’epoca delle sale giochi negli anni 80 ricorderà Centipede ed il successo eclatante che riscosse, ma per chi arrivò dopo, questo titolo potrebbe addirittura essere sconosciuto. 
Non temete, siam qui apposta e parliamo sia ai primi che ai secondi.

Caratteristiche

In centipede interpretiamo un elfo dotato di bacchetta magica e minacciato da una serie di animali da giardino (in primis il centopiedi) a cui potremo sparare per risolvere, temporaneamente, la loro minaccia.
Il centipede perde pezzi se gli si spara in fronte o in coda ma questi pezzi si vanno a muovere come fossero creature separate se invece gli si spara centralmente, portando l’essere a dividersi.
Il nostro eroe si trova nella parte bassa dello schermo e per quanto possa muoversi anche in verticale, la sua risalita è in realtà molto limitata e serve principalmente a schivare il centipede nel cas raggiunga la sua posizione.

Centipede

Differenza tra le due?

In questa versione per 7800 le cose sono state fatte al meglio, oserei dire a regola darte, per quanto non si potesse ancora parlare di arcade perfect.
Il gioco si avvicina quindi in tutto alla versione da sala, con tanto di possibilità di affrontare tutta l’esperienza tramite trackball ma con una gradita opzione extra: il multiplaying. 
Si può giocare a stage alterni così come in contemporanea ed anche quest’ultima soluzione presenta due possibilità: versus o co-op.
Differenza tra le due? Nel primo caso potremo colpire il nostro avversario e paralizzarlo per alcuni attimi mentre nel secondo il nostro sparo non sortirà effetti.
Se amate gli shoot’em up
o semplicemente non li odiate considerate questo gioco, ed in special modo questa versione, un must have assoluto per i possessori di Atari 7800.



CDC

Un vero must have, hai detto bene! Centipede ha fatto la storia, sia in sala che a casa e questa è forse una delle migliori conversioni.
Il gioco è frenetico e scarica adrenalina come
pochi.
I primi stage infatti risultano abbastanza fattibili, ma appena la velocità aumenta e gli
insetti su schermo si ammasseranno, il titolo saprà mostrare tutte le sue qualità.
Attaccato
da ogni dove, non solo dall’alto ma anche da destra e sinistra, il nostro povero elfo avrà il suo bel da fare per riuscire a fermare gli assalitori.
Non so se il gioco ha una fine, io non ci
sono mai arrivato, ma è semplicemente uno dei migliori sparatutto dell’epoca d’oro dei videogames.

Restate sempre aggiornati, visitate il forum.

Lascia un commento

Ultime dal forum..

Ultimi messaggi

Facebook..