Burn Cycle

Trip Media – 1994 – Philips CDI

burn cycle

E’ inutile girarci intorno, Burn Cycle è semplicemente uno dei titoli più belli usciti sulla macchina Philips, tanto da essere stato usato come portabandiera del CD-I per diverso tempo.

Sviluppato da Trip Media nel 1994, il gioco colpisce sia il pubblico che la stampa specializzata, con recensioni molto positive e commenti favorevoli da quasi tutta l’utenza.

Hacker contro Virus

Burn Cycle è un’avventura grafica con fasi action e puzzle ambientata in un prossimo futuro dai toni spiccatamente cyberpunk. Il protagonista della storia è Sol Cutter, un hacker che all’inizio del gioco viene infettato da un virus letale chiamato Burn Cycle. Cutter avrà due ore di tempo per poter trovare una cura o il suo cervello sarà distrutto dal virus.
Nella realizzazione del titolo è stata riposta una cura davvero inusuale e tutto questo si nota già dalla confezione e dal manuale.

Una tecnica sorprendente

Una volta iniziata l’avventura salta subito all’occhio la qualità della computer grafica, veramente eccellente considerata l’epoca. Il gioco ha un’atmosfera notevole, sia per l’ambientazione che per i colori usati per dar vita alla metropoli futuristica.
I personaggi sono interpretati da attori in carne ed ossa che si muovono in ambienti realizzati con il blue-screen.
Ma la cosa che stupisce di più è che il gioco non utilizza l’espansione DVC, cosa che rende il tutto ancora più impressionante.

La colonna sonora è molto bella e la possiamo anche ascoltare fuori dal gioco, visto che viene regalata all’interno della confezione (come in The 7th Guest).
Gli effetti sonori ed il parlato sono anch’essi di ottima qualità.

Il gioco, come dicevamo, prevede che Sol Cutter riesca a togliere il virus entro due ore dall’inizio della partita. L’orologio proseguirà incessante e l’unico modo per interromperlo sarà salvare la partita e spegnere il CD-I.
In questo Burn Cycle ricorda molto il quasi contemporaneo D su 3DO, dove però non era possibile salvare.

Burn Cycle

Avventura e minigiochi

Ci saranno sia fasi d’avventura, con ambienti da esplorare e puzzle, che fasi action dove dovremo far valere la forza. Oltre a questo sono presenti anche diversi minigiochi, divertenti e non intrusivi. Due ore di tempo possono sembrare poche visto che si può anche salvare, ma il gioco è più longevo di quello che sembra.

Burn Cycle si controlla bene sia col gamepad che col mouse ed è perfino giocabile in modo quasi umano con i telecomandi del CD-I.

Burn Cycle

In definitiva un titolo caldamente raccomandato, soprattutto se siete appassionati di avventure e storie cyberpunk. Possiamo dire senza vergogna che Burn Cycle è una vera e propria killer application per il CD-I, che avrebbe avuto bisogno di molti più giochi di questa qualità.


Note:

  • In origine esclusiva CD-I, il gioco è stato poi portato anche su pc e Mac.
  • Non richiede la scheda d’espansione

Per restare aggiornati, seguite la pagina forum 

Lascia un commento

Ultime dal forum..

Ultimi messaggi

Facebook..